Come capire se il mal di testa è causato dallo stress visivo digitale?

Vi è mai capitato di avvertire una sensazione di secchezza oculare agli occhi dopo aver passato diverse ore davanti allo schermo del vostro smartphone o tablet? Oppure è insorto un mal di testa a seguito di una lunga sessione di lavoro o studio davanti al computer?

 

Se la risposta è “sì”, è possibile che questi siano i primi sintomi di stress visivo digitale. Conosciuto come digital eye strain o anche come computer vision syndrome, l’affaticamento visivo digitale è una problematica sempre più diffusa legata alla vista e all’uso eccessivo degli strumenti digitali.

 

Smart working e DAD (didattica a distanza) sono ormai pratiche comuni e hanno avuto un impatto decisivo nell’uso sempre più frequente dei dispositivi tecnologici. Per questo motivo, lo stress visivo digitale si sta diffondendo a macchia d’olio.

 

Ma come è possibile riconoscere i sintomi dell’affaticamento visivo digitale? E, soprattutto, come si può prevenire?

 

In questo articolo cercheremo di dare una risposta a entrambi gli interrogativi approfondendo le seguenti tematiche:

 

Prenota un esame visivo gratuito nel nostro Istituto Ottico!

 

Mal di testa e stress visivo digitale: in che modo sono correlati?

L'affaticamento visivo digitale è una conseguenza della stanchezza dell'apparato muscolare dell'occhio dovuta alla continua esposizione agli schermi che implica una messa a fuoco prolungata su un piano che emette luce poco distante da noi. Uno dei primi sintomi immediatamente riscontrabili è proprio il mal di testa.

 

L’occhio si affatica già dopo appena due ore davanti agli schermi, proviamo solo ad immaginare cosa possa avvertire il soggetto dopo una sessione di studio o di lavoro lunga 8/10 ore. Oltre l’emicrania, tra i sintomi dello stress visivo digitale ci sono:

  • Secchezza oculare
  • Occhi rossi e irritati
  • Dolore alla schiena
  • Dolore al collo
  • Vista offuscata
  • Spossatezza
  • Insonnia

 

 

Ecco come capire se il mal di testa è causato dallo stress visivo digitale

 

7 Consigli per utilizzare i dispositivi digitali in modo sicuro

Per molti lo smartphone, il tablet ed il computer sono strumenti essenziali per il proprio impiego e per i propri studi perciò: come si possono utilizzare in modo più sicuro e intelligente? Nel paragrafo a seguire alcuni consigli chiave a riguardo.

 

1. Attenersi alla regola del 20-20-20

I nostri occhi non sono stati ‘progettati’ appositamente per fissare costantemente lo schermo tutto il giorno. Ecco perché seguire la cosiddetta regola del 20-20-20 è fondamentale per mantenere gli occhi in salute e non affaticarli.

 

Secondo questo principio, occorre distogliere lo sguardo dal dispositivo e focalizzarlo su un target lontano ogni 20 minuti trascorsi guardando lo schermo, per 20 secondi all’incirca 20 piedi (6 metri) di distanza da te.

 

2. Posizionarsi in una stanza non eccessivamente luminosa

Forse non lo sapevate, ma svolgendo le attività di smart working e DAD in un ambiente non eccessivamente illuminato si godrà di una migliore condizione per lavorare e/o studiare di fronte allo schermo.

 

Per diminuire la luminosità naturale all’interno della stanza si possono sempre chiudere le tende; mentre per quanto riguarda l’illuminazione artificiale sarebbe meglio prediligere delle fonti a basso voltaggio assicurandosi che l'illuminazione naturale non sia eccessiva, così da non dover  aumentare troppo la luminosità del monitor.

 

3. Impostare inclinazione e luminosità dello schermo

Inclinazione, contrasto e bagliore sono fattori centrali che certamente influiscono nell’uso corretto dei dispositivi digitali.

 

Per non stressare l’occhio, vi suggeriamo di regolare l’inclinazione dello schermo in modo tale che formi un angolo tra i 10 e i 20 gradi rispetto ad un piano verticale e di attivare le impostazioni di luminosità automatiche per consentire al telefono o al computer di regolarsi in base all'ambiente.

 

4. Indossare occhiali da vista con trattamento antiriflesso Blu Control

La luce blu è caratterizzata da lunghezze d'onda che mettono in stress la retina, pertanto per contrastarne l’azione nociva è consigliabile utilizzare occhiali da vista per computer con lenti Blu Control.

 

Sono particolari lenti che riescono a proteggere l'occhio in modo ottimale rendendo l'utilizzo dei dispositivi elettronici meno fastidioso e affaticante.

 

Scarica la nostra infografica su come correggere la miopia!

 

5. Mantenere una distanza di 45-60 cm dallo schermo

È sempre meglio non tenere computer, tablet e telefono troppo vicino agli occhi o comunque avvicinarsi troppo allo schermo. Al contrario, è consigliabile zoomare lo schermo o impostare la dimensione del font a proprio piacimento.

 

Ad ogni modo, suggeriamo di mantenere una distanza tra schermo e occhi compresa tra i 40 ed i 45 cm (60 cm per il monitor del computer da tavolo): tale distanza consente di visualizzare correttamente immagini, video, testi, ecc. ma senza affaticare gli occhi.

 

6. Ricordarsi di ammiccare con regolarità

Di norma bisognerebbe sbattere le palpebre ogni 4 secondi. Davanti ai dispositivi digitali, spesso ci dimentichiamo di ammiccare ma è fondamentale!

 

Di fatto, ammiccando con regolarità manteniamo gli occhi idratati e regolarizziamo la distribuzione del film lacrimale sulla cornea.

 

7. Inumidire gli occhi con le lacrime artificiali

Usare le lacrime artificiali può essere una soluzione efficace per contrastare l’affaticamento oculare e mantenere gli occhi umidi e lubrificati a lungo.

 

Sul mercato si possono trovare diverse tipologie di collirio perciò, vi suggeriamo di rivolgervi al vostro optometrista di fiducia per poter scegliere ciò che più si addice alle vostre necessità.

 

 

Ecco come capire se il mal di testa è causato dallo stress visivo digitale

 

 

Occhiali per computer: richiedete un consulto al vostro ottico

Sottoponendovi a regolari esami della vista avrete sotto controllo lo stato di salute dei vostri occhi e del vostro sistema visivo in generale.

 

Rivolgendovi all’Istituto Ottico Ciaroni avrete ben chiara l’entità del vostro difetto visivo: il team specializzato a vostra disposizione vi aiuterà nella selezione del dispositivo di correzione più adeguato al vostro caso.

 

Lo stress visivo digitale non va assolutamente preso sotto gamba, motivo per cui oltre ad adottare corrette abitudini quotidiane nell’uso dei dispositivi, consigliamo di scegliere degli occhiali con trattamenti antiriflesso idonei per contrastare gli effetti della luce blu emessa dagli schermi.

 

 


Pensi di soffrire di mal di testa a causa dello stress visivo digitale? Prenota subito una visita!

Prenota un esame visivo gratuito nel nostro Istituto Ottico!

Tags: Stress visivo digitale, Luce blu

Banner-ciaroni

L'istituto ottico Ciaroni è un centro ottico-optometrico che non svolge attività medico oculistica.

© Copyright by Istituto Ottico Ciaroni. Tutti i diritti sono riservati. 
È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente website, ivi inclusa riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte dell’Istituto Ottico Ciaroni.

Articoli recenti

Seguici su Facebook

Mappa Istituto Ottico Ciaroni Pesaro