<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=166159863923787&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
 

Scegliere gli occhiali per la presbiopia, quali sono quelli giusti?

Se sei presbite, sicuramente vorrai scoprire come scegliere gli occhiali per la presbiopia.
Quali sono gli occhiali più adatti a te? È una bella domanda ma, non possiamo dare una risposta univoca senza argomentare il problema. Possiamo sicuramente dire che correggere la presbiopia in modo ottimale, in modo così soddisfacente da far dimenticare di essere presbiti, richiede informazioni dettagliate sullo stile di vita ed elevate competenze professionali per poter proporre l’occhiale più adatto. Il professionista deve essere informato su quello che si svolge durante la giornata: attività professionale, hobbies, tempo libero ed anche quanto tempo si passa davanti a dispositivi tecnologici. Più informazioni si forniscono e più l'ottico optometrista potrà consigliare la soluzione migliore.

Scegliere gli occhiali per la presbiopia: le soluzioni ideali

Le tipologie di occhiali per correggere la presbiopia sono principalmente tre:

  1. Occhiali monofocali
  2. Occhiali progressivi o multifocali
  3. Occhiali degressivi o da ufficio

Gli occhiali monofocali

Gli occhiali monofocali sono tra le soluzioni più conosciute e semplici per quanto riguarda la scelta dell’occhiale per la presbiopia.

 

Gli occhiali monofocali hanno un’unica gradazione, un unico “fuoco”, cioè un punto o un breve intervallo (dipende dalle gradazioni) di visione nitida. Le sue origini risalgono al 1300 ed è la tecnologia più datata. Ipotizziamo che vengano progettati per vedere perfettamente a 40 cm di distanza, succederà che avrete un intervallo di visione nitida dai 30 ai 60 cm (questo varia a seconda della presbiopia). Per esempio, se li usate quando siete in ufficio ed avete una persona dall’altra parte della scrivania ad una distanza di circa 1,50 - 2 metri, vedrete il viso della persona sfocato in quanto i vostri occhiali non coprono questa distanza, essendo al di fuori del range di visione nitida. In questo caso, sarete costretti a mettere e togliere gli occhiali continuamente così come quando passerete repentinamente da un documento che avete sulla scrivania al viso della persona che vi sta di fronte. Oppure un altro caso che si potrebbe verificare se utilizzate occhiali monofocali è quello di dover tenere gli occhiali poggiati sulla punta del naso ma, ovviamente, non è una modalità esteticamente appropriata.

Gli occhiali monofocali sono da consigliare o meno?

La nostra risposta è: dipende dall’utilizzo, sicuramente non sono adatti per attività dinamiche che costringono la persona a cambiare spesso distanza di sguardo, passando dalla distanza vicina (40 cm) alla media distanza (80 - 200 cm) o anche più lontano. Gli occhiali monofocali non vanno bene per leggere un libro o consultare lo smartphone e poi alzare gli occhi per guardare la tv. Vanno benissimo invece per leggere un libro prima di addormentarsi perchè in questo caso usate sempre la stessa distanza. Usando una terminologia attuale, questi occhiali non sono multitasking!

 

Diciamo che gli occhiali monofocali sono limitati e quindi vanno consigliati solo per determinate attività dove non è necessario cambiare spesso la profondità di sguardo. Se gli occhiali monofocali esistono ancora dopo 700 anni vuol dire che in alcuni casi funzionano benissimo. Lo specialista, parlando con voi, saprà sicuramente consigliarvi il mezzo più idoneo.

 

scegliere gli occhiali per la presbiopia

Gli occhiali multifocali e progressivi

Gli occhiali multifocali sono stati inventati alla fine degli anni ’50 come evoluzione delle vecchie bifocali che si vedono ancora raramente indossati da qualche persona anziana o per utilizzi particolari. Sono quanto di meglio la moderna tecnologia ottica ci mette a disposizione per ottenere di nuovo una visione nitida a tutte le distanze usando le diverse gradazioni presenti nella lente stessa.

Quali sono i vantaggi degli occhiali multifocali?

Gli occhiali multifocali permettono di vedere bene da vicino e da lontano, anche a media distanza per ottenere nuovamente una visione nitida a tutte le distanze. Questa tipologia di occhiale innovativo, funziona solo se vengono eseguiti a regola d’arte da professionisti qualificati. Se tutto il processo di progettazione, costruzione ed assemblaggio dell’occhiale è fatto in modo scientifico, la percentuale di successo dell’occhiale multifocale è del 98-99%. Questa progettazione si avvicina ad una visione naturalmente perfetta, permettendo una grande flessibilità di utilizzo.

L’occhiale progressivo è multitasking, infatti permette contemporaneamente di correggere difetti di miopia o ipermetropia, astigmatismo e presbiopia. Le proprietà straordinarie di questo occhiale, conferiscono alla persona il piacere di vederci bene di nuovo, permettendo alla persona di essere più efficiente e veloce nelle proprie operazioni quotidiane.

 

Questa tipologia di lente ha fatto enormi progressi negli ultimi anni, dando vantaggi nel funzionamento e nella portabilità. È una lente che consigliamo se dovete scegliere gli occhiali per la presbiopia anche se, come sempre, il nostro suggerimento principale è quello di affidarsi a centri ottici professionali, che sanno gestire meglio la complessità tecnica che questo occhiale esige.

 

Per semplicità di comprensione potremmo dividere le lenti multifocali o progressive in tre tipologie:

  1. Geometria basic: utilizza disegni meno evoluti e più facili da produrre e quindi più economiche. Non sono adatte per difetti visivi complessi e forti differenze fra il lontano ed il vicino.
  2. Geometria di livello medio-alto: è presente un disegno più complesso ed evoluto e con zone nitide più ampie e confortevoli e quindi adatte anche per difetti più elevati e forti addizioni (differenza tra il lontano ed il vicino).
  3. Geometria top: rappresenta il livello più alto della tecnologia ottica con geometrie molto complesse ed evolute ed una costruzione molto accurata che consente zone di visione nitida estremamente ampia in ogni direzione di sguardo. È particolarmente adatta e consigliata per difetti visivi elevati sia da vicino che da lontano.

Ultimamente vengono proposte anche geometrie personalizzate che, oltre a tener conto della problematica visiva della persona, prendono in considerazione lo stile di vita dell’individuo e vengono ottimizzate per le attività che risultano più importanti e frequenti.

Quali sono i limiti delle multifocali?

Pochi in realtà, ne elenchiamo solo due:

  • Non permettono di vedere bene la tv se si è sdraiati sul divano o sul letto (si va ad utilizzare la parte del vicino per guardare a 3 metri ca., risolvendolo con un doppio cuscino ad esempio)
  • Se si sta tutto il giorno davanti al computer, costringono ad una posizione elevata della testa che può risultare poco confortevole.

Occhiali con lenti degressive o da ufficio

Gli occhiali con lenti degressive sono una recente proposta dell’industria ottica e sono poco conosciute. Sono occhiali con lenti evolute ed ottimizzate per le distanze brevi e medie, diciamo da 30 cm a qualche metro. Sono molto utilizzate in quei contesti come l’ufficio, infatti vengono anche denominate “office”. Mentre gli occhiali con lenti progressive devono funzionare per distanze vicine, intermedie e lontane, coprendo tre distanze differenti, gli occhiali con lenti degressive si occupano solo della distanza da vicino e quella intermedia e, svolgono il loro lavoro egregiamente. Con questa tipologia di occhiali, possiamo scherzosamente affermare che, tutto l’ambiente scrivania/ufficio è perfettamente sotto controllo ed anche che questo occhiale non costringe ad una posizione eretta della testa quando si lavora (quotidianamente) davanti ad uno schermo. Se vogliamo fare una proporzione, possiamo dire che: gli occhiali con lenti degressive stanno all’ufficio come le scarpe da ginnastica stanno alle attività sportive: sono specifici e danno grandi soddisfazioni.

Come avete diverse paia di scarpe da indossare in base al contesto o dell’attività che intendete svolgere, così è per tutto il resto compresi gli occhiali. Basta saper scegliere gli occhiali per la presbiopia più adatti a voi, soprattutto in base al vostro stile di vita e, acquisterete nuovamente una vista nitida e precisa!

 


 

Vuoi scoprire davvero come correggere la presbiopia?
Abbiamo preparato un approfondimento molto utile con tutte le soluzioni a riguardo.

Scarica il Whitepaper

 

Tags: Presbiopia

Istituto Ottico Ciaroni a Pesaro

L'istituto ottico Ciaroni è un centro ottico-optometrico che non svolge attività medico oculistica.

© Copyright by Istituto Ottico Ciaroni. Tutti i diritti sono riservati. 
È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente website, ivi inclusa riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte dell’Istituto Ottico Ciaroni.

Articoli recenti

Seguici su Facebook

Istituto Ottico Ciaroni a Pesaro