Ortocheratologia notturna: lenti a contatto e occhiali per rallentare la miopia

Possiamo fare qualcosa per bloccare o rallentare la miopia? La risposta è sì, possiamo. I due metodi più efficaci e riconosciuti dalla comunità scientifica sono: l’ortocheratologia notturna e gli occhiali con addizione positiva o antifatica (che riducono lo stress accomodativo). Questi due sistemi operano in modo completamente diverso pur mirando allo stesso risultato.

Orcheratologia notturna e occhiali con addizione positiva o antifatica

L’ortocheratologia agisce attraverso il rimodellamento corneale, come se si trattasse di un apparecchio ortodontico, gli occhiali con addizione positiva per vicino, da non confondersi con occhiali per presbiti, agiscono riducendo lo stress accomodativo e quindi mirando alla causa del problema.

Come abbiamo già spiegato nei precedenti articoli la miopia ha come effetto una visione sfocata da lontano, ma il problema sorge da vicino come conseguenza di un impegno prossimale eccessivo per le possibilità dell’individuo.

Le miopie stanno aumentando in modo preoccupante in tutto il mondo, frutto della scolarizzazione, del troppo tempo che si passa impegnati visivamente con i device elettronici, con il poco tempo che si passa all’aperto con la luce naturale e la poca attività fisica.

Il nostro nuovo stile di vita miopizza tanto che qualcuno ha parlato di epidemia.

Sarebbe più corretto parlare di mutazione darwiniana in quanto questi stimoli o richieste ambientali che ci impone il nuovo modo di vivere modifica i nostri occhi rendendoli meno efficienti da lontano e più adatti a sostenere l’impegno visivo prolungato da vicino.

Questa necessità di focalizzare fino a 13/14 ore al giorno da vicino trasforma una persona emmetrope (senza difetti visivi) in un nuovo miope. Solo i soggetti più robusti riescono a non perdere la visione perfetta da lontano.

Ma ritorniamo ora al cuore dell’argomento e cioè a come rallentare la miopia.

ortocheratologia notturna lenti a contatto

Lenti a contatto per ortocheratologia

La lente a contatto per ortocheratologia notturna agisce sulla curvatura corneale appiattendola.


Questa variazione di curvatura ottiene due effetti:

  1. Una riduzione del difetto con un risultato simile a quello prodotto dal laser per la correzione delle miopia.
  2. Un’azione di contrasto all’allungamento del bulbo oculare che avviene nella miopia.

Questa tecnica può essere utilizzata negli adolescenti ed ha il pregio di rallentare la progressione miopica come testimoniato dalla letteratura scientifica.

La riduzione della miopia non è definitiva in quanto l’occhio è una struttura molle e questo rimodellamento corneale se non viene ripetuto ogni una o due notti tende ad annullarsi e ricompare la miopia originale.

Risultata comunque comodo non dover indossare occhiali o lenti a contatto durante la giornata ed essere liberi vedendo bene!

Le lenti a contatto per ortocheratologia rappresentano una delle eccellenze tecniche della contattologia e vengono proposte solamente dai centri ottici più votati alla professione di optometria.

Il nostro Istituto Ottico si occupa di questa tecnica da diversi anni ed utilizza una strumentazione di ultimissima generazione molto sofisticata come il Keratron Onda che è un topografo-aberrometro computerizzato che permette di calcolare le lenti con assoluta precisione.

Le lenti a contatto per ortocheratologia sono lenti RGP (rigide gas permeabili) perché per ottenere il rimodellamento corneale una lente di tipo morbido non è efficace.

Hanno una durata che varia dai 12 ai 18 mesi circa e si indossano durante la notte mentre si dorme e si rimuovono il mattino.

 

ortocheratologia notturna occhiali antifatica

Rallentare la miopia con gli occhiali antifatica (con addizione positiva)

Gli occhiali con addizione positiva agiscono sul meccanismo dell’accomodazione riducendo lo sforzo del muscolo ciliare, un muscolo all’interno dell’occhio che comanda l’accomodazione.

Lo sforzo prolungato nella messa a fuoco da vicino e cioè lettura, scrittura, tablet, smartphone, computer ecc... modifica piano, piano la struttura oculare allungandola con conseguente peggioramento della miopia.

Questi occhiali quindi agiscono sulle cause che scatenano la miopia, una tra tutte lo stress accomodativo.

Riducendo questo affaticamento, aiutando l’occhio nell’accomodazione che è il sistema di messa a fuoco dell’occhio, riusciamo a rallentare la miopia.


Alla luce degli studi effettuati possiamo confermare l’utilità delle lenti a supporto accomodativo quando si utilizzano dispositivi a breve distanza (smartphone o tablet) in quanto oltre che comportare una minore quantità di accomodazione messa in gioco (dovuta all’addizione positiva) e in alcuni casi un miglioramento della sensibilità al contrasto, queste lenti possono portare benefici come:

  • maggiore nitidezza dei caratteri piccoli
  • migliore sensazione cromatica
  • maggior comfort oculare.
Tali benefici sono stati evidenziati dopo soli 20 minuti di utilizzo di smartphone. Riteniamo che questi effetti benefici vengano amplificati con un utilizzo dei dispositivi digitali prolungati nel tempo.

 

ortocheratologi notturna utilizzo dello smartphone


Teniamo conto che gli adolescenti utilizzano lo smartphone anche più di 8/10 ore al giorno.

 

Si comprende quindi quale grande sforzo debba sostenere l’apparato visivo.

 

Un ulteriore vantaggio può derivare in termini di confort e protezione dal trattamento di filtro della luce blu, emessa in grande quantità dagli schermi.

Ovviamente insieme all’occhiale speciale è necessario seguire tutte le norme di igiene visiva che abbiamo già illustrato.

Una riduzione annuale della progressione miopica moltiplicata per 10, periodo della vita in cui la miopia tende solitamente a peggiorare (dai 10/12 anni ai 20/22), porta ad un risultato in termini di minor peggioramento sicuramente importante.
La statistica dice che la miopia peggiora 0,50/0,66 l’anno.

Dimezzando questo valore, grazie agli occhiali con addizione positiva o alle lenti per ortocheratologia, in dieci anni possiamo ottenere un minor peggioramento di 2,50/3,00 diottrie che rappresenta un notevole risultato.

Il nostro Istituto Ottico di Pesaro, grazie agli studi di optometria comportamentale, non solo ti permette di vedere bene con i tuoi nuovi occhiali, ma è in grado di fornirti il mezzo correttivo più idoneo a mantenere la salute dei tuoi occhi, contrastando peggioramenti considerati inevitabili come quello della miopia.

 


Non vedi bene da lontano? Pensi di essere diventato miope?
Ti aspettiamo nella nostra ottica di Pesaro,
per eseguire insieme un esame della vista gratuito.
Prenota ora!

P

Tags: miopia, occhiali da vista, lenti a contatto

Istituto Ottico Ciaroni a Pesaro

L'istituto ottico Ciaroni è un centro ottico-optometrico che non svolge attività medico oculistica.

© Copyright by Istituto Ottico Ciaroni. Tutti i diritti sono riservati. 
È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente website, ivi inclusa riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte dell’Istituto Ottico Ciaroni.

Prenota un esame visivo gratuito in negozio.

Articoli recenti

Seguici su Facebook

Istituto Ottico Ciaroni a Pesaro