Lenti a contatto per l'astigmatismo: ecco come sceglierle

Le lenti a contatto per astigmatismo (toriche) devono avere come caratteristica distintiva la stabilità.

Sono più complesse rispetto alle lenti per miopia o ipermetropia.

 Alcune cose da sapere sulle lenti a contatto:

 

  1. Quali sono le differenza tra le lenti a contatto per l'astigmatismo e quelle per miopia o ipermetropia?
  2. Cosa determina la performance positiva di una lente a contatto torica?
  3. Come si può rendere stabile una lente a contatto torica?
  4. Quali sono le tipologie di lenti a contatto toriche?
  5. Come identificare la tipologia di lente a contatto torica più adatta per i propri occhi?

1) Quali sono le differenze tra le lenti a contatto per l'astigmatismo e quelle per miopia o ipermetropia?

La differenza sostanziale consiste nel fatto che mentre una lente a contatto per miopia (sferica) può ruotare in senso orario o antiorario come la lancetta di un orologio senza cambiare nulla in termini di visione, nel caso dell’astigmatismo la lente a contatto (torica) deve rimanere perfettamente in asse per consentire un buon visus.

 

Non può ruotare, deve rimanere nella stessa posizione per cui è stata calcolata. 

 

Se questo non avviene la visione sarà sfocata

 

Può sembrare banale, ma non è facile evitare che una lente ruoti nell’occhio quando la palpebra ammicca continuamente,migliaia di volte nell’arco della giornata e lo sguardo spazia in tutte le direzioni.

2) Cosa determina la performance positiva di una lente a contatto torica?

performance delle lenti a contatto

 

I principali fattori che influiscono sul corretto orientamento delle lenti a contatto toriche sono la posizione delle palpebre, le dimensioni dell’apertura palpebrale, la direzione dell’ammiccamento e la presenza di un astigmatismo obliquo.

 

Il movimento di chiusura delle palpebre non è perfettamente verticale: durante l’ammiccamento le palpebre si chiudono dal canto laterale verso il canto mediale, creando delle spinte sia in orizzontale che in verticale, causando potenzialmente la rotazione nasale della parte bassa della lente a contatto (Edmunds et al., 2001).

 

Un buon sistema di stabilizzazione va a minimizzare l’ingerenza del movimento palpebrale nel corretto posizionamento della lente.

3) Come si può rendere stabile una lente a contatto torica?

Nell’occhiale le lenti sono bloccate, non possono ruotare e quindi il problema dell’ingerenza del movimento palbebrale nel corretto posizionamento della lente non si presenta.

 

La lente a contatto non può essere bloccata, deve mantenere un piccolo movimento alto-basso che serve a ricambiare il liquido lacrimale presente tra l’occhio e la lente a contatto stessa.

 

Quindi si deve muovere (alto-basso), ma non deve ruotare come la lancetta di un orologio.
 
cornea occhio astigmatico
 
 
Problema di non facile soluzione ed è per questo motivo, legato alla difficoltà di costruzione, che le lenti a contatto per l’astigmatismo (toriche) si sono diffuse dopo rispetto alle sferiche (per miopia ed ipermetropia).

 

Grazie all’ingegno umano adesso abbiamo a disposizione lenti a contatto toriche che rimangono stabili, rispettando l’asse.

I progettisti e i costruttori sono riusciti ad ottenere,lavorando sulla geometria delle lenti a contatto,una stabilizzazione delle stesse.

 

Questo è stato reso possibile grazie a vari tentativi ed aggiustamenti come avviene in tutte le cose complesse.
I metodi utilizzati attualmente vanno dalla troncatura della lente nella zona ad ore 6 per allinearla con la palpebra inferiore, alla costruzione con profilo prismatico, cioè con una zona più spessa che tenderà a posizionarsi in basso per motivi legati alla gravità ed alla dinamica palpebrale ed anche altri metodi con assottigliamenti mirati in alcune zone della lente.

New call-to-action

4) Quali sono le tipologie di lenti a contatto toriche?

Tipologie di lenti a contatto

 

Ora, abbiamo a disposizione lenti toriche in tutte le varianti: giornaliere, settimanali,bisettimanali, mensili che vengono classificate come lenti a ricambio frequente, poi tutte le morbide con durata maggiore ed infine le rigide gas permeabili che vengono costruite su misura.

 

Attualmente per i casi di astigmatismo più semplici vengono utilizzate lenti a contatto morbide a ricambio frequente mentre per i casi più complessi si ricorre a lenti a contatto morbide con durata maggiore o rigide gas permeabili costruite su misura.

 

Il nostro Istituto Ottico Ciaroni tratta tutte le tipologie di astigmatismo compresi i casi più complessi come ad esempio astigmatismi di forte entità, obliqui, irregolari o cheratocono.

5) Come Identificare la tipologia di lente a contatto torica più adatta per i propri occhi?

Utilizziamo per stabilire esattamente la tipologia più idonea di lente a contatto il cheratometro elettronico per i casi più semplici o il topografo corneale computerizzato per i casi più complessi.

 

L’astigmatismo come abbiamo già illustrato nei precedenti articoli è nella maggior parte dei casi corneale, la superficie esterna dell’occhio su cui va appoggiata la lente a contatto.

 

Diventa quindi fondamentale conoscere bene la forma della cornea.

 

Il topografo corneale computerizzato rappresenta il miglior strumento in assoluto per avere una mappa corneale fedele e consigliare al cliente astigmatico la lente ideale.

 

Noi dell’Istituto Ottico Ciaroni seguiamo sempre un protocollo operativo che contempla tra i suoi punti una conoscenza approfondita della superficie corneale quando dobbiamo applicare una lente a contatto correttiva dell’astigmatismo.
Quindi, poiché le lenti a contatto per astigmatismo richiedono competenze elevate, il nostro consiglio è quello di rivolgervi ad un centro qualificato.

 

Altrimenti avreste l’impressione sbagliata che le lenti a contatto per astigmatici non funzionino.

 

La letteratura scientifica riporta molti casi di drop out (abbandono) di portatori di lenti a contatto astigmatiche proprio per una visione non soddisfacente, applicate in modo non professionale.
Nel nostro centro ottico di Pesaro non passiamo mai alla consegna prima di aver testato ed ottimizzato le lenti di prova per verificare che tutto funzioni perfettamente.

 

Mettetevi in contatto con noi dell’ Istituto Ottico Ciaroni per una consulenza gratuita per verificare la possibilità di una correzione del vostro astigmatismo con appropriate lenti a contatto toriche.

 

Dopo una pratica trentennale svolta sempre con l’intento di offrire il meglio ai nostri clienti e con continui aggiornamenti scientifici sappiamo esattamente che cosa fare per voi!

 

Astigmatismo no problem!






Ti aspettiamo nella nostra ottica di Pesaro, 
per eseguire insieme un esame della vista gratuito.
Prenota ora!

New call-to-action

Tags: lenti a contatto, astigmatismo

Istituto Ottico Ciaroni a Pesaro

L'istituto ottico Ciaroni è un centro ottico-optometrico che non svolge attività medico oculistica.

© Copyright by Istituto Ottico Ciaroni. Tutti i diritti sono riservati. 
È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente website, ivi inclusa riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte dell’Istituto Ottico Ciaroni.

Prenota un esame visivo gratuito in negozio.

Articoli recenti

Seguici su Facebook

Istituto Ottico Ciaroni a Pesaro