Luce blu: cos'è, effetti, sintomi e soluzioni per proteggere i tuoi occhi

La trasformazione digitale ha portato molti benefici nella nostra vita quotidiana. Viviamo, infatti, in un mondo iperconnesso, dove ci basta un click per avere qualsiasi informazione desideriamo.

 

Questo però ha portato ognuno di noi a stare molte più ore davanti agli schermi. Che siano di un computer o di uno smartphone, i nostri occhi vengono colpiti giornalmente dalla luce emessa da questi dispositivi: la cosiddetta luce blu.

 

Hai mai fatto caso che dormi poco quando passi tante ore davanti al computer? Il problema potrebbe essere proprio la luce blu, che non permette all’organismo di produrre la giusta quantità di melatonina, che ti serve per avere un ritmo sonno-veglia salutare.

 

Quali sono gli effetti provocati dalla luce blu e quali soluzioni puoi adottare? Te lo sveliamo in questo articolo, dove scoprirai:

 

 

Prenota un esame visivo gratuito nel nostro Istituto Ottico!

 

Che cos’è la luce blu e perché è legata alla sindrome da schermo?

Ormai tutti in casa hanno almeno un computer o un tablet. Teniamo in mano continuamente il nostro smartphone, mentre magari, in sottofondo, la televisione è accesa per tenerci compagnia. 

 

Tutti questi schermi o, più in generale, qualsiasi dispositivo LCD e LED, emanano la luce blu, cioè quel tipo di radiazione elettromagnetica con una lunghezza d'onda compresa tra 380 nm e i 450 nm.

 

Una lunga esposizione a questo tipo di luce, può essere fortemente dannosa per tutto il tessuto oculare. Davanti ad uno schermo, i nostri occhi rimangono più vigili, attenti, portando le palpebre a sbattere di 5 volte in meno rispetto al solito, con conseguente secchezza degli occhi.

 

La sindrome da schermo elettronico

Negli ultimi anni, queste lunghe esposizioni alla luce blu, hanno portato al diffondersi della sindrome da schermo elettronico o sindrome da visione al computer, dovuta ad un uso prolungato degli schermi che emanano la luce blu. 

 

Chiunque trascorra molte ore davanti al computer, ha sicuramente più possibilità di sviluppare questo tipo di sindrome che, se non trattata con dispositivi di protezione, può comportare:

  • Astenopia (affaticamento della vista)
  • Perdita di lucidità
  • Vertigini
  • Nausea
  • Insonnia
  • Stanchezza
  • Secchezza dell'occhio
  • Cervicalgie

Non dobbiamo però preoccuparci solo degli schermi elettronici. Dobbiamo porre attenzione anche a tutte le lampadine a basso consumo, come quelle LED, che abbiamo in casa, anch’esse in grado di emettere luce blu.

 

Questo non vuol dire che dobbiamo spegnere tutto e rimanere al buio, ma possiamo cercare di diminuire il danno che possono provocare alla nostra vista, attenuando la loro luce, ogni tanto, magari con un telo.

 

Anche il Covid-19 non ha aiutato a migliorare l’affaticamento visivo. A causa dell’emergenza sanitaria, infatti, studenti e lavoratori hanno dovuto adoperare di più i dispositivi digitali. L’uso prolungato di essi ha portato tutta una serie di sintomatologie dannose per la vista.

 

Luce blu: cos'è, effetti, sintomi e prevenzione

 

Luce blu: quali sintomi provoca ai tuoi occhi?

Se, la maggior parte delle volte, tendiamo ad allontanarci dai computer durante l'orario serale, fatichiamo a staccarci però dai nostri smartphone, che, la maggior parte delle volte, ci accompagnano fino a poco prima di andare a letto.

 

Pensa che esporre i tuoi occhi alla luce blu, anche solo per qualche ora al giorno, può già portarti a sperimentare alcuni fastidi come:

  • Mal di testa. Sicuramente avrai provato su te stesso che, dopo molte ore al computer, la testa inizia a farti male. Questo è proprio a causa della luce blu che affatica l'occhio.
  • Affaticamento oculare. Più passiamo ore a fissare uno schermo, più il nostro occhio sarà stanco, portandoci ad avere difficoltà nella lettura dei caratteri.
  • Occhi irritati e secchi. Gli occhi ti diventano rossi e la lacrimazione diminuisce a causa della minore frequenza nello sbattere le palpebre che la luce blu induce.

 

Tutti questi sono sicuramente effetti sgradevoli, ma superabili con un po' di riposo e qualche esercizio per gli occhi, da fare nella propria postazione di lavoro. Ci sono però, anche alcuni effetti, più a lungo termine, che possono sottoporre il tuo occhio a rischi per la sua salute.

 

Luce blu e invecchiamento dell’occhio

Esporre in maniera prolungata i tuoi occhi alla luce blu, infatti, può invecchiare precocemente i tessuti oculari e i cristallini (cataratta), portando anche all’insorgenza della maculopatia, malattia dalla quale è affetta la retina.

 

La macula si occupa della visione centrale ed è la sezione di retina che ci permette di distinguere al meglio i dettagli. Una malattia a carico di essa, nella maggior parte dei casi, porta un calo di vista e nei casi più gravi alla cecità.

 

Inoltre l'occhio potrebbe facilmente infiammarsi, provocando una fastidiosa congiuntivite. 

 

Scarica la nostra guida "Come scegliere l'occhiale da vista adatto a te"

 

La luce blu che arriva dal sole, può fare bene

Fino ad ora abbiamo parlato di tutti gli effetti negativi che la luce blu, in particolare quella derivante dagli schermi, può portare al tuo occhio.

 

Ma c'è anche una luce blu alla quale, se si viene esposti moderatamente, può portare dei benefici all’organismo: stiamo parlando di quella emessa dal sole.

 

Ti sei mai accorto che quando fuori splende un bel sole luminoso ti senti meglio? Questo perché la luce blu naturale emessa, porta il corpo a secernere la serotonina, nota per essere uno degli ormoni che provocano la felicità. Assieme ad essa, viene inoltre prodotto l'ormone numero uno nel combattere lo stress: il cortisolo.

 

Esposizioni moderate a questo tipo di luce blu, aiutano il corpo ad essere più felice, stimolando anche la produzione di una forma di vitamina D.

 

Non dimenticare però, sia che esci a fare una passeggiata, sia che stai davanti al computer di utilizzare occhiali con lenti Blu Control in grado di aiutarti a non affaticare l’occhio e mantenere la tua vista in salute.

 

Previeni l’affaticamento da luce blu: mangia sano e indossa le giuste protezioni

Quando pensiamo alla salute dei nostri occhi, non possiamo non pensare all'alimentazione. Occhi e cibo sono legati e alcuni alimenti possono essere un prezioso alleato, in particolare per tutte quelle persone che passano molte ore esposte alla luce blu. 

 

Luteina e zeaxantina sono due carotenoidi molto importanti per i nostri occhi, in quanto in grado di attenuare lo stress ossidativo. Essi li puoi trovare in alimenti come verdure, frutta, ma anche nel pesce. 

 

Cibi che aiutano a mantenere sani i tuoi occhi

Nel nostro occhio, luteina e zeaxantina sono importanti per il nutrimento della porzione centrale della retina: la macula che, come detto in precedenza, ci permette di vedere bene davanti a noi e distinguere i dettagli di ciò che guardiamo.

 

Se questi due antiossidanti aiutano naturalmente il nostro occhio a combattere lo stress ossidativo indotto dalla luce blu, anche tu puoi fare la tua parte per migliorare la tua vista, mangiando alimenti come:

  • Zucchine, cavolo, spinaci, peperoni, patata dolce, zucca, broccoli
  • Albicocche, avocado, mango, frutti di bosco
  • Soia
  • Salmone, tonno
  • Tuorlo d'uovo
  • Cioccolato fondente

 

Una ricerca del 2001 ha scoperto che più assumi carotenoidi nella tua dieta, più si trovano presenti nei tuoi occhi, più sono in grado di aiutarti ad assorbire e filtrare la luce blu, ma non solo. 

 

Mentre un altro studio del 2017 ha scoperto come queste sostanze siano in grado anche di attenuare tutti quei sintomi passeggeri da sindrome dello schermo, come il mal di testa e gli occhi stanchi.

 

Il National Eye Institute ha dimostrato che gli integratori possono aiutare a migliorare la vista. Alte dosi di integratori ricchi di antiossidanti contenenti, oltre alla già citata Luteina e Zeaxantina, Zinco, Vitamina B1, Omega-3 e Vitamina C, sono in grado di diminuire il rischio di sviluppare la degenerazione maculare in età senile.

 

Luce blu: cos'è, effetti, sintomi e prevenzione

 

Altri metodi per contrastare la luce blu

Non solo il cibo può essere un tuo alleato nel contrastare la luce blu. Puoi infatti anche:

  • Tenere il tuo dispositivo ad una distanza di almeno 50 cm e mai più lontano di 70 cm
  • Prenderti delle pause ogni 15-20 minuti
  • Fare controlli regolari da un esperto
  • Mantenere una postazione lavorativa correttamente illuminata

 

Se vuoi dare un sollievo immediato alla tua vista, gli occhiali contro la luce blu sono molto efficaci e aiutano ad evitare che la tua vista subisca i danni dovuti all'esposizione agli schermi. Stiamo parlando anche di occhiali con lente neutra e filtro per la luce blu. Non bisogna necessariamente avere un difetto visivo per indossarli, l’importante è proteggersi!

 

Puoi inoltre provare ad utilizzare lenti occupazionali che, pensate come lenti intermedie tra l’occhiale da lettura e la progressiva universale, permettono di non affaticare l’occhio, garantendo una una visione chiara a breve/medio raggio.

 

Tutte le lenti nate per contrastare la luce blu hanno, solitamente, una tinta che tende al giallino. Questo succede perché lo spettro della luce visibile viene attenuato in corrispondenza del range di lunghezze d’onda che si riferiscono al blu, per cui il leggero colore residuo che rimane, con cui si guarda il mondo attraverso la lente, è il giallino.

 

Fai attenzione però, se lavori con la grafica, nonostante queste lenti non influiscono sulla percezione dei colori, potresti vederli meno accesi. Proprio grazie a questa particolarità che la luce arriva meno forte sulla retina (per certe lunghezze d’onda) e ti permette di non affaticare troppo la vista.

 

Trova la soluzione più adatta a te per combattere la luce blu

In questo articolo ti abbiamo illustrato cosa sia la luce blu, quali problemi può dare alla tua vista e quali soluzioni adottare per evitare di affaticare la vista.

 

Ti ricordiamo che per prevenire qualsiasi tipo di problema ai tuoi occhi puoi rivolgerti ad un esperto in grado di rilevare e correggere eventuali difetti della vista.

 

Prenota la tua visita presso l’Istituto Ottico Ciaroni: il nostro staff sarà in grado di offrirti la soluzione più adatta per contrastare la luce blu.

 

 


 

Vuoi scoprire come proteggere i tuoi occhi dagli effetti della luce blu? Prenota una visita in negozio!

Prenota un esame visivo gratuito nel nostro Istituto Ottico!

Tags: Stress visivo digitale, Luce blu

Banner-ciaroni

L'istituto ottico Ciaroni è un centro ottico-optometrico che non svolge attività medico oculistica.

© Copyright by Istituto Ottico Ciaroni. Tutti i diritti sono riservati. 
È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente website, ivi inclusa riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte dell’Istituto Ottico Ciaroni.

Articoli recenti

Seguici su Facebook

Mappa Istituto Ottico Ciaroni Pesaro