Come migliorare la vista mangiando: i consigli di Ciaroni

Per far sì che i nostri occhi funzionino correttamente e godano sempre di ottima salute è necessario adottare abitudini quotidiane sane.

Di fatto, numerosi studi hanno messo in evidenza la stretta correlazione tra vista e alimentazione e hanno dimostrato quanto il nostro benessere mentale e corporeo, e quindi anche della vista, dipenda dal nostro stile di vita.

 

Ecco perché risulta indispensabile prendersi cura del proprio corpo quotidianamente e seguire un regime alimentare salutare.

 

In questo articolo, Ciaroni vi darà alcuni suggerimenti su come migliorare la vista mangiando ponendo attenzione sull’assunzione di particolari nutrienti alimentari.

 

4 Consigli su come migliorare la vista mangiando

Sono molti i disturbi della vista causati da malattie retiniche come la maculopatia, la retinopatia periferica o il distacco della retina.

 

Essendo la retina una membrana che riveste la superficie interna dell’occhio e permette la trasmissione degli impulsi nervosi al cervello tramite il nervo ottico, è pertanto necessario prendersene cura assumendo cibi indicati per la salute degli occhi.

 

Infatti, gli occhi – affinché possano funzionare bene – necessitano di nutrienti, vitamine e pigmenti che permettono la rigenerazione fotorecettori, ossia elementi sensoriali posti sulla retina denominati coni e bastoncelli: rispettivamente responsabili della visione diurna e della visione notturna.

 

Perciò, per prevenire e trattare patologie legate alla vista potresti iniziare dall’assunzione di determinati alimenti. Ma quali sono i principali nutrienti benefici per la nostra vista? E soprattutto in quali li possiamo ritrovare?

 

A seguire, alcuni consigli per migliorare la vista mangiando cibi ricchi di nutrienti preziosi:

Analizziamo le proprietà di ciascuno e scopriamo insieme gli alimenti che li contengono.

 

 

Prediligere cibi contenenti luteina e zeaxantina

 

 

1. Prediligere cibi contenenti luteina e zeaxantina

La luteina e la zeaxantina sono carotenoidi presenti nella retina capaci di migliorare la densità del pigmento della macula e dalle notevoli proprietà antiossidanti

 

Il pigmento della macula, per l’appunto, protegge le cellule nell'area maculare agendo come una specie di schermo protettivo: va ad assorbire l'eccesso di luce blu e ultravioletta, e infine neutralizza i radicali liberi.

 

Inoltre, l’occhio umano si affatica a causa della continua esposizione ai raggi solari. Questa azione costituisce una delle principali cause scatenanti della degenerazione della retina.

 

Quindi, per proteggere la membrana retinica è consigliabile sia indossare protezioni idonee contro i raggi solari (occhiali da sole o lenti fotocromatiche) e assumere quotidianamente il giusto apporto di zeaxantina e luteina.

 

Troviamo entrambi i nutrienti nei pigmenti delle verdure a foglia verde, come:

  • Cavoli e cavolini di Bruxelles
  • Spinaci
  • Lattuga romana
  • Rape verdi
  • Broccoli
  • Piselli

2. Non rinunciare agli acidi grassi

Gli acidi grassi omega-3 presentano ottime proprietà anti-infiammatorie e agiscono da vasodilatatori favorendo così l'elasticità capillare.

 

Questi nutrienti, di fatto, vengono immagazzinati dalle cellule epiteliali del pigmento retinico e aiutano a prevenire i danni alle cellule della retina causati dai radicali liberi

 

Inoltre, è importante effettuare un regolare consumo di acidi grassi al fine di favorire l’aumento della lacrimazione e di prevenire la sindrome dell’occhio secco.

 

Ritroviamo questo particolare nutriente nella carne di diversi pesci, tra cui:

  • Salmone
  • Tonno
  • Sardine
  • Trota

 

Non rinunciare agli acidi grassi

 

 

3. Fare scorta di sali minerali

I sali minerali – quali zinco e selenio – facilitano l’assorbimento delle vitamine A ed E da parte dell’organismo.

 

In modo particolare, lo zinco previene l'invecchiamento del tessuto retinico dai danni causati dalla luce e dalle infiammazioni. 

 

Ritroviamo lo zinco soprattutto in:

  • Fagioli
  • Ceci
  • Lenticchie
  • Uova
  • Zucca e zucchine
  • Ostriche
  • Carne rossa magra (vitello e maiale)
  • Pollame
  • Cereali integrali

4. Assumere cibi ricchi di vitamina A, C ed E

Per migliorare la vostra vista, infine, dovreste integrare alimenti ricchi di vitamina A, C ed E per far sì che la retina si rafforzi mantenendo una lacrimazione costante e quindi prevenendo la secchezza oculare.

 

Essendo degli ottimi antiossidanti, le vitamine di questi gruppi aiutano a riparare e far crescere nuove cellule dei tessuti oculari, previene la degenerazione maculare legata all'età e la cataratta.

 

Ecco gli alimenti ricchi di vitamina:

  • Carote
  • Patate dolci
  • Melone
  • Albicocche

Le migliori fonti di vitamina C:

  • Agrumi (arance, mandarini, pompelmi e limoni)
  • Pesche
  • Peperoni rossi
  • Pomodori
  • Fragole

I cibi contenenti  vitamina E:

  • Avocado
  • Mandorle
  • Semi di girasole
  • Noci
  • Nocciole
  • Arachidi

 

Assumere cibi ricchi di vitamina A, C ed E

 

È possibile migliorare la vista mangiando? Ciaroni risponde .

Ciaroni afferma che seguire una corretta alimentazione è, senza ombra di dubbio, un ottimo inizio per prendersi cura dei propri occhi e mantenere in salute la propria vista, ma non finisce qui.

 

Di fatto,  adottare uno stile di vita sano e attivo è la scelta migliore che possiate fare sia per il vostro corpo che per la vostra mente, ma non è sufficiente.

 

Oltre ciò, è essenziale innanzitutto indossare occhiali da sole e lenti personalizzate a seconda delle vostre personali esigenze visive e inoltre consultare il vostro ottico optometrista ed effettuare regolari check-up presso il medico oculista per essere sempre al corrente del proprio status la salute degli occhi.

 

Tags: prevenzione, alimentazione

Banner-ciaroni

L'istituto ottico Ciaroni è un centro ottico-optometrico che non svolge attività medico oculistica.

© Copyright by Istituto Ottico Ciaroni. Tutti i diritti sono riservati. 
È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente website, ivi inclusa riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte dell’Istituto Ottico Ciaroni.

Articoli recenti

Seguici su Facebook

Mappa Istituto Ottico Ciaroni Pesaro